LETTERA DA UNA STANZA SENZ’ARIA

OVVERO: “L’OSSESSIONE DI DIVENTARE SCRITTORE”

 

 

(23.10.17 – La Spezia, Italia)

 

Caro te,

 

Ci sto uscendo di testa, a inseguire i giganti, ché ormai il diventare scrittore mica è più una sciocchezza.

No, s’è fatto ossessione, m’ha inquinato il cervello – treman le dita e raschio la pelle quando perdo una rima o un appunto o una carta.

“Si vince o s’impazza” ripetono certi, ma se mando a troie anche questo che cosa mi resta?

 

Lettera da uno scooter
Lettera da Manarola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.