LETTERA DAL TERRAZZO

OVVERO: “CRESCERE E DIVENTARE GRANDE”

 

 

(18.01.17 – La Spezia, Italia)

 

Caro te,

 

Mi metto in pigiama, esco in terrazzo, accendo l’ultima sigaretta.

La valigia con cui dovevo partire si è appena spaccata: un difetto alla cerniera, o qualcosa del genere. Adesso devo iniziare tutto daccapo – trattengo bestemmie, a stento ci riesco.

È già notte, e sul balcone fa freddo. Resisto qualche minuto, il tempo di gettare un’occhiata sul golfo, gli olivi, le fronde, sugli autobus che sbuffano, sui lampioni che ancora fanno cilecca.

Domani inizia la mia vita da adulto, fatta di uffici e stipendi e capi cui rendere conto.

 

Sto finendo la cicca, e non mi sono accorto d’aver spirato tanto in fretta.

Sono diventato già grande – neppure di questo mi son reso conto.

 

Lettera dal Cammino #34
Lettera da Via Augusta 29

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.