LETTERA DA HO CHI MINH #36

BREVE STORIA DI UN MOTOCICLISTA INDIANO

 

 

(24.05.18 – Ho Chi Minh, Vietnam)

 

Caro te,

 

In questi mesi di facce ne son cambiate parecchie – volontari, studenti, negozianti e vicini di casa.

Tra i nuovi arrivati c’è Deepak, un simpatico indiano di quasi trent’anni, barba corta, occhi scuri e voce pacata.

Dopo aver preso la laurea, Deepak ha lavorato come ingegnere informatico per un’azienda famosa, vivendo di poco e risparmiando sul proprio stipendio.

Come nelle storie migliori, però, un giorno s’è rotto le palle, ha salutato il suo capo e coi soldi che aveva ha comprato una moto.

È partito da solo, esplorando per mesi ogni angolo d’India: Punjab, Kerala, Uttar, Chennai. Più tardi, ottenuto uno sponsor e i visti adeguati, ha attraversato il Nepal, Buthan e Myanmar, la Thailandia e le province del Laos.

 

Oggi, dopo 3 anni di viaggio e più di venti paesi messi in saccoccia, è qui a lavare i piatti con me, e a raccontarmi di come la sua lunghissima corsa sia ancora soltanto agli inizi.

 


 

Lettera da Ho Chi Minh #35
Lettera da Da Nang