LETTERA DA UNA AUTOSTRADA

OVVERO: “KILOMETRI E PIOGGIA PER PARLARE CON PAPÀ”

 

(06.11.17 – Milano, Italia)

 

Caro te,

 

Sono qua, seduto in macchina, sedile di lato.

Il vento sputa pioggia sui parabrezza, le strade lombarde son più grigie di sempre, e in radio cammina ancora sconfitta la Sally di Vasco.

A tenere il volante ci pensa papà – io e lui si parla a ruota, di fatiche, trascorsi, la vita dei nonni, quel “hai capito che fare da grande?” e il silenzio che sale e galleggia nell’acqua.

 

Ecco, un giorno anche noi si farà discorsi nell’auto, e saran discorsi trascurabili, sotto certi aspetti grosso modo gli stessi, ma c’insegneranno i perché d’ogni nostro difetto.

 

Lettera da Manarola
Lettera da una domenica di autunno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.