I 5 PIATTI PIù strani DEL VIETNAM

CHE FORSE NON PROVERESTI MAI

 

 

 

Ho Chi Minh, Vietnam. Giugno 2018

 

 

 

Noi la chiamiamo “Queen” (“La Regina”) perché è bassa, elegante e ha un sorriso regale. E a Thuy questo nickname piace davvero, al punto che i nuovi studenti ancora domandano quale sia il suo vero nome.

Parlo di Thuy perché ieri, mentre era nella traversa qui a fianco, un tizio in scooter l’ha avvicinata e le ha rubato di mano il telefono. Allora oggi, per distrarla e tirarla su di morale, siamo scesi in città assieme a lei, a caccia di relax, street food e di birre.

Come solito abbiamo visto e provato un poco di tutto, ma i miei giovani amici si sono spinti ben oltre, ordinando piatti che rivoltan lo stomaco a noi occidentali.

Perciò eccola qui, la classifica dei 5 piatti più assurdi che si trovano in Vietnam.

 

#5 – Duong Dua (Larve di palma da cocco)

5piatti1 1024x683 - I 5 piatti più strani del Vietnam

 

Il cocco lo adora chiunque, le larve che ci strisciano sopra un po’ meno. Questi grossi vermi gialli, dopo esser cresciuti all’interno dei fusti di palma, sono capaci di cavare e di rompere corteccia e radici fino a far morire la pianta. Una rovina per gli alberi, forse, non di certo per gli stomaci forti però.

Soprattutto nel Delta del Mekong, i Duong Dua continuano infatti ad essere raccolti e cucinati in modi diversi – alla griglia, al vapore, fritti nel burro oppure serviti crudi con salse piccanti. Nonostante dal 2001 l’acquisto e la vendita sono stati resi illegali, le “larve del cocco” rimangono una delle stranezze più diffuse tra gli abitanti locali.

 

#4 – Chuot (Topo)

5piatti2 1024x768 - I 5 piatti più strani del Vietnam

 

Sarò schietto: a me i topi fan schifo già solo a guardarli. Mi pare normale che, quindi, la carne di topo – grigliata o bollita – non stuzzichi proprio il mio appetito. Mi consola sapere che non tutti i topi possono essere cucinati e venduti al pubblico: soltanto quelli cresciuti tra campagne e risaie vengono, infatti, messi in commercio. E non quelli che dalle fogne ti entrano in casa. Almeno spero.

 

#3 – Con Trung Chien (Api, ragni, scorpioni)

5piatti3 e1526549550857 1024x768 - I 5 piatti più strani del Vietnam

 

Come già visto, non è una novità che gli asiatici vadano pazzi per insetti di generi e dimensioni diversi. Tra questi, gli spiedini di ragni, api, coleotteri e scorpioni sono diffusi davvero dovunque. Vietnam, Cambogia, Laos e Thailandia sono soltanto alcuni dei paesi in cui questi snacks vengono venduti dopo il tramonto, durante le ore serali. Ricchi di proteine e poveri di grassi, gli insetti sono adatti per diete snellenti e dimagranti – e adesso voglio ben vedere chi ha il coraggio di lamentarsi di una “piatta” insalata.

 

#2 – Tiet Canh (Zuppa di sangue)

5piatti4 1024x709 - I 5 piatti più strani del Vietnam

 

Per i vampiri della tovaglia, questo è forse “the ultimate dish”, il piatto per eccellenza. Generalmente il sangue che viene utilizzato per preparare il Tiet Canh è quello di anatra, ma non di rado viene sostituito o combinato con quelli di oca e/o di maiale. Una insolita zuppa, servita con l’aggiunta di arachidi, menta, carne e verdure, oltre che di fish sauce – salsa di pesce – per rallentare il processo di coagulazione. Sconsigliata come pranzo domenicale se si è con bambini.

 

#1 – Hot Vit Lon (Feto di anatra)

5piatti5 1024x768 - I 5 piatti più strani del Vietnam

 

Conosciuto anche come “Balut”, il Hot Vit Lon è senza dubbio uno dei piatti più apprezzati nell’intero Vietnam. Di cosa si tratta? Feto di anatra. Come viene mangiato? Dipende. Al Nord viene aperto, rimosso dal guscio e impiattato con tamarindo e salsa piccante; nel Sud viene forato in una estremità, riempito con una emulsione di pepe, sale e limone, quindi bevuto e mangiato direttamente dal guscio. Il risultato? Una combinazione di spezie e sapori più buona a mangiarsi che a guardarsi.

 

Abbiamo appena visto i piatti più improbabili del Vietnam. Secondo te, tra tutti, quale è il peggiore?

 


 

Segui “Lettere da” anche su Facebook 

 

 

Il parco acquatico abbandonato di Hue (Vietnam)
Cambogia in moto, budget per 20 giorni